30 luglio 2021

La ricerca per l'applicazione di 5G e tecnologie innovative

Bando per la realizzazione di progetti in collaborazione tra Organismi di ricerca e MPMI

La Regione Toscana, nell’ambito del nuovo Piano Sviluppo e Coesione - FSC, promuove un bando rivolto agli Organismi di ricerca toscani per la realizzazione di progetti per l’applicazione di 5G e tecnologie innovative nel settore manifatturiero attraverso l’attivazione di assegni di ricerca.

Possono presentare domanda le Università statali pubbliche, gli Istituti di istruzione universitaria ad ordinamento speciale e gli Enti di ricerca pubblici, aventi sede legale od operativa in Toscana. 

I progetti presentati dovranno essere realizzati in collaborazione tra organismi di ricerca e micro, piccole e medie imprese del settore manifatturiero e coniugare le competenze del sistema di ricerca pubblico con le esigenze di innovazione del sistema produttivo, sostenendo la sperimentazione  e l’attuazione di soluzioni funzionali ai processi di trasformazione digitale.

Gli ambiti applicativi e tecnologici a cui dovranno essere riconducibili i progetti di ricerca presentati sono 5G, Data Analytics e Intelligenza artificiale, Blockchain.

I progetti finanziati prevedono l’attivazione di assegni di ricerca, che saranno rivolti a giovani laureati (laurea magistrale o vecchio ordinamento) fino a 36 anni non compiuti e avranno una durata di 12 mesi per un importo annuo di 28.000 euro.

Il bando sarà attivo dalle ore 9.30 del 1° settembre 2021 fino alle ore 17.00 del 3 novembre 2021.

La domanda di finanziamento è redatta esclusivamente on line, previa registrazione al sistema informatico di Sviluppo Toscana S.p.A.

Il bando rientra nell'ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani.

Per le informazioni di dettaglio si rinvia alla documentazione completa approvata con Decreto n.12698 del 16-07-2021 e con Decreto n. 15055 del 01-09-2021.

Condividi