Cantieri 4.0

cantieri
Un nuovo ecosistema per favorire il trasferimento tecnologico.

Dal 22 settembre 2017, la Piattaforma regionale Industria 4.0 è entrata ufficialmente a far parte del Catalogo dei DIH, Digital Innovation Hub riconosciuti dalla Commissione Europea.
Per rispondere in maniera più completa possibile al compito assegnato di supportare le imprese - in particolare le PMI - nel processo di digitalizzazione europea e di mettere in rete i vari attori dell'ecosistema dell'innovazione digitale presenti sul territorio, è nato lo spazio web Cantieri 4.0: strumento operativo della Piattaforma regionale Industria 4.0.

Si tratta di un punto di accesso facilitato per le imprese che vogliono innovare e restare competitive sui mercati, uno spazio concepito come un "cruscotto" di strumenti, informazioni, opportunità presenti in Toscana per le imprese che si apprestano ad avviare il processo di digitalizzazione, attraverso le tecnologie dell'Industria 4.0.

Qui le imprese potranno anche ottenere una valutazione dei punti di forza e di debolezza presenti nella gestione della loro attività in ottica di Industria 4.0 e muovere di conseguenza i primi passi verso il nuovo paradigma industriale.
Tra gli strumenti disponibili sulla piattaforma, messi a punto con il supporto delle Università toscane, ci sono:

- un questionario di valutazione di primo livello, rivolto alle imprese interessate a valutare il proprio livello di maturità tecnologica, al fine di attivare le necessarie azioni di intervento per orientarsi nell’ambito dei diversi strumenti disponibili sia a livello regionale che nazionale.
Si tratta di un check-up piuttosto semplice, che l’impresa può compilare da sola con un tempo dedicato di massimo 20 minuti.

- un questionario di assessment di livello avanzato, che fornisce un quadro sul posizionamento delle imprese, analizzandone gli elementi strutturali da un punto di vista organizzativo e operativo. Per la compilazione può necessitare del supporto di personale qualificato, messo a disposizione gratuitamente per tale tipologia di rilevazione.

- un audit tecnologico, che rappresenta il livello di analisi più approfondito, per il quale a marzo 2018 è stato approvato un apposito bando che ha messo a disposizione delle MPMI 1,5 milioni di euro per il sostegno all’acquisizione di servizi di audit per l’implementazione del paradigma Industria 4.0. L’attività di rilevazione può avvenire utilizzando il questionario regionale disponibile online.

Effettua il login

 

Ultimo aggiornamento: 06.11.2018
Condividi